INTEGRAZIONE PER IL SISTEMA IMMUNITARIO

In questo momento delicato per la nostra salute abbiamo bisogno di aiutare in nostro sistema immunitario a mantenersi in forma per contrastare al meglio gli agenti infettivi. Gli elementi essenziali per questo obiettivo sono le vitamine, soprattutto le vitamine C, D ed E, i sali minerali, le sostanze anti ossidanti. Questi principi sono contenuti soprattutto nella verdura e nella frutta. Ecco perché è importante assumerne una quantità adeguata nell’alimentazione quotidiana. Anche le proteine, mattoni essenziali per la costruzione delle molecole anticorpali, devono far parte della nostra dieta, soprattutto quelle contenute nel pesce, nella carne bianca e nei legumi. Da limitare invece l’assunzione di carboidrati, soprattutto zuccheri raffinati, in quanto creano nell’organismo uno stato “infiammatorio” che potrebbe favorire l’attecchimento di virus e altri agenti patogeni, la proliferazione della Candida e facilitare la deposizione del colesterolo sulla parete dei vasi arteriosi (aterosclerosi). Quando vi sia l’esigenza di garantire un apporto adeguato di tali sostanze, come in questo periodo, può essere indicata l’assunzione di integratori, possibilmente di qualità, ovvero ad alta purezza e biodisponibilità dei componenti. Attenzione però al fai da te: per esempio, un’assunzione esagerata di vitamina C può favorire la calcolosi renale in soggetti predisposti. Un’alimentazione adeguata contribuisce anche a mantenere “in forma” il nostro intestino. Questo viscere infatti non è un semplice “tubo” attraverso il quale il nostro organismo elimina i residui alimentari: è invece un importantissimo elemento del sistema immunitario; l’equilibrio della composizione della flora batterica che popola la sua superficie interna è essenziale per il buon funzionamento dell’asse psico-neuro-endocrino-immunitario (PNEI) ossia per il buon funzionamento di tutto l’organismo. Numerosi fattori (alimentazione sbagliata, inquinamento, abuso di farmaci e  altro) mettono a repentaglio questo equilibrio. I probiotici sono utili ma spesso non sono sufficienti. Può essere allora opportuno procedere a una “detossinazione” che si può ottenere assumendo una serie coordinata di integratori, secondo un programma ben preciso, che contribuiscono a riequilibrare il nostro organismo, preparandolo a contrastare con efficacia le aggressioni degli agenti infettivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *